Il presente sito utilizza i cookie tecnici, ma anche i cookie di terze parti per assicurare la migliore esperienza di navigazione. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma è possibile disabilitare i cookie statistici e di profilazione nella Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione o chiudi il banner acconsenti all’utilizzo di tutti i cookie.

X chiudi

Attività

L'Unione Culturale Economica Slovena opera nell'interesse di tutti i cittadini italiani di nazionalità slovena al fine di salvaguardarne il diritto all'uguaglianza. Svolge la propria attività in base alle leggi e agli atti che contemplano e tutelano lo status della minoranza slovena in Italia, oltre che di tutte le minoranze in genere.
Col proprio operato si prodiga per coordinare e conciliare i diversi punti di vista e posizioni degli sloveni in Italia, caldeggiando l'istituzione di una loro rappresentanza comune e unitaria e promuovendo una coerente formazione identitaria slovena.

Tutte le attività dell'Unione si svolgono all'insegna del principio dei rapporti sociali democratici. In conformità con i valori della pace, della collaborazione e della solidarietà sociale, l'Unione si impegna per uno sviluppo sociale efficace e duraturo, finalizzato ad una convivenza serena tra gli appartenenti a diversi popoli, alla tutela della dignità umana, al benessere e alla pace. I valori dell'Unione Culturale Economica Slovena si ispirano a un retaggio storico che si richiama alla tradizione dell'amore per la libertà, alle esperienze della ribellione slovena contro il fascismo e alla lotta di liberazione.

L'Unione Culturale Economica Slovena ha espresso chiaramente la propria visione del futuro quando, nel 2009, ha deciso di consentire l'adesione anche a singoli membri. I singoli che aderiscono all'organizzazione rinsaldano non solo l'apertura e la democraticità all'interno della SKGZ, ma anche la trasparenza e la chiarezza con cui essa persegue i suoi obiettivi fondanti.
Lo spirito di apertura che caratterizza l'Unione Culturale Economica Slovena le consente di stabilire continuamente nuovi rapporti ed instaurare legami di amicizia.

L'idea di uno spazio sloveno comune ci porta alla costante cura dei rapporti con i connazionali della Repubblica di Slovenia e con gli enti operanti nel suo ambito, oltre che con gli sloveni dei Paesi vicini e gli sloveni nel mondo.
La SKGZ ha promosso l'iniziativa per la creazione del Coordinamento delle minoranze slovene (SLOMAK) che riunisce le organizzazioni di riferimento degli sloveni in Italia, Austria, Ungheria e Croazia.
Credendo fermamente nello scambio costruttivo di esperienze, la SKGZ mantiene rapporti con la minoranza italiana in Slovenia e Croazia, oltre che con altre comunità minoritarie.
La SKGZ contribuisce alla creazione di uno spazio multilingue comune nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e promuove il dialogo interculturale. In particolar modo, nel territorio udinese cura gli scambi con la comunità friulana.

Le sfide rappresentate dall'unificazione europea e la necessità di dare forma ad un territorio comune ed unitario, che superi i confini dei singoli Stati, rendono più attuali che mai la tensione dell'Unione economica culturale slovena verso la reciproca conoscenza delle popolazioni delle aree di confine e il consolidamento dei rapporti di amicizia tra Stati confinanti.