Il presente sito utilizza i cookie tecnici, ma anche i cookie di terze parti per assicurare la migliore esperienza di navigazione. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma è possibile disabilitare i cookie statistici e di profilazione nella Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione o chiudi il banner acconsenti all’utilizzo di tutti i cookie.

X chiudi

Il sindaco di Trieste Roberto Cosolini ha ricevuto il direttivo della SKGZ

28/09/2011
NULL
Il sindaco di Trieste Roberto Cosolini ha ricevuto la rappresentanza della SKGZ. All'incontro, tenutosi presso la sede del Comune, hanno partecipato anche la Vice Sindaco Fabiana Martini e l'assessore allo Sviluppo economico e Fondi comunitari, Turismo, Aziende Partecipate e Controllate Fabio Omero. La delegazione della SKGZ era composta dal presidente regionale Rudi Pavšič, dal presidente provinciale di Trieste Ace Mermolja, dal presidente provinciale di Gorizia Livio Semolič e dal segretario organizzativo Marino Marsič.

Tutti gli interlocutori hanno concordemente auspicato l'avvio di una normale collaborazione istituzionale tra la SKGZ e l'amministrazione comunale, collaborazione purtroppo impossibile con l'amministrazione precedente. Rudi Pavšič ha sottolineato la necessità di valorizzare la presenza degli sloveni in città attraverso iniziative congiunte e ha espresso alcune proposte concrete.

Si è parlato inoltre del nuovo piano regolatore comunale (PRGC). In questo contesto il presidente Pavšič ha appoggiato il documento congiunto redatto dal Forum Economico della comunità slovena, che il sindaco ha ricevuto di recente.

Livio Semolič ha esortato il sindaco ad attuare le disposizioni contenute nella Legge di tutela per la comunità slovena e in particolare ha invitato l'amministrazione comunale ad attingere le risorse finanziarie previste dalla suddetta legge. Il sindaco Cosolini ha risposto di avere già analizzato la questione con i funzionari del Comune ed ha assicurato che presterà tutta l'attenzione necessaria al rispetto delle norme di legge. In questo contesto l'amministrazione comunale sta provvedendo alla traduzione in lingua slovena del proprio sito internet.

Durante l'incontro è stata espressa la necessità della massima cooperazione possibile tra le due minoranze (slovena in Italia e italiana in Slovenia e Croazia). E' stata inoltre sottolineata l'esigenza sia di promuovere interscambi culturali tra scuole del Friuli Venezia Giulia e scuole della Slovenia sia di sollecitare l'apprendimento dello sloveno come lingua straniera nelle scuole italiane.

I rappresentanti della SKGZ hanno espresso la propria soddisfazione per la recente visita del sindaco Cosolini a Lubiana presso il collega Janković. La visita indica una chiara volontà di cooperazione tra la capitale slovena e Trieste, nello spirito dell'incontro dei tre presidenti di stato avvenuto lo scorso anno a Trieste.

In quest'ottica è stata vagliata l'eventualità di creare una vetrina per Trieste a Lubiana e viceversa, cosa che offrirebbe la possibilità di conoscere le due città.

A conclusione dell'incontro il sindaco Cosolini ha sottolineato la necessità e la volontà dell'amministrazione comunale di considerare la comunità nazionale slovena come parte integrante della città. A questo proposito ha assicurato che l'amministrazione sarà impegnata quotidianamente nell'attuazione di quest'obiettivo.