Il presente sito utilizza i cookie tecnici, ma anche i cookie di terze parti per assicurare la migliore esperienza di navigazione. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma è possibile disabilitare i cookie statistici e di profilazione nella Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione o chiudi il banner acconsenti all’utilizzo di tutti i cookie.

X chiudi

Presentazione del progetto LEX

15/02/2012
Trieste, 14.02.2012 - Presentazione del progetto LEX
Il progetto standard Lex, co-finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Italia Slovenia 2007-2013, è nato per rafforzare la collaborazione tra la Minoranza italiana in Slovenia e la Minoranza slovena in Italia valorizzando il comune patrimonio identitario e storico di entrambe le comunità con la promozione della tutela delle minoranze a livello legislativo.
L'obiettivo primario del progetto è quello di consentire una piena integrazione sociale delle minoranze sia nei rispettivi Paesi sia nell'ottica dell'integrazione sociale nell'area di riferimento per superare quelli che sono i pregiudizi e le barriere linguistiche ancora presenti, frutto del retaggio storico.
Il progetto nasce dall intensa e fattiva collaborazione tra le comunità nazionali italiana e slovena, rafforzatasi ulteriormente negli ultimi anni anche grazie alla congiunta realizzazione di diversi progetti europei, soprattutto nel settore culturale e letterario che hanno recato vantaggio non soltanto alle due minoranze ma anche all intero territorio interessato.
Lead partner del progetto LEX e' la SKGZ - Slovenska kulturno-gospodarska zveza Unione Culturale Economica Slovena, un'organizzazione confederativa che riunisce a livello regionale associazioni, organizzazioni, enti e privati cittadini sloveni in Italia.
Primo partner del progetto è l'Unione Italiana, organizzazione unitaria autonoma, democratica e pluralistica degli Italiani Nelle Repubbliche di Croazia e Slovenia, di cui esprime l'articolazione complessiva dei bisogni politici, economici, culturali e sociali.
Altri partner del progetto sono: la Comunità autogestita costiera della nazionalità italiana, l Istituto Jacques Maritain, l Istituto Sloveno di Ricerche SLORI, il Circolo di Cultura Kulturno društvo Ivan Trinko, l Istituto per il Diritto Amministrativo Inštitut za upravno pravo e l Università degli studi di Trieste Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali.
Le attività che il progetto si prefigge di sviluppare in funzione del raggiungimento dell obiettivo primario partono da un approfondita attività di ricerca che prevede uno screening della legislazione in merito alla tutela delle minoranze. Sono previste inoltre ricerche e analisi a carattere scientifico che approfondiranno l argomento in due aree di intervento: nel primo caso si tratta di individuare il grado di effettiva applicazione e rispetto delle norme legislative, mentre l attività del secondo settore ha come scopo valutare gli effetti che l esistente normativa europea e nazionale e la sua concreta attuazione producono sul mantenimento e sulla promozione dell identità delle lingue e culture minoritarie.
In seguito verranno proposte otto attività di carattere scientifico-legislativo, specificatamente quattro laboratori e quattro tavole rotonde. Una particolare attenzione alle fasce più giovani della popolazione verrà sviluppata con 18 laboratori didattici ad esse destinate.
I risultati dell attività di ricerca varranno presentate in una pubblicazione. Verrà inoltre redatta una brochure di raccolta delle leggi.
La visibilità al progetto e ai suoi risultati verrà garantita da tre convegni che si svolgeranno nel corso del progetto su tutto il territorio interessato (le province di Trieste, Gorizia, Udine in Italia e le Regioni Obalno-Kraška e Osrednjeslovenska in Slovenia).
Tramite i meccanismi che verranno realizzati dal progetto LEX si vuole contribuire in maniera organica alla diffusione dei valori legati al plurilinguismo, al multiculturalismo e alla valorizzazione delle identità, culture e specificità della popolazione dell'area Programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013.