Il presente sito utilizza i cookie tecnici, ma anche i cookie di terze parti per assicurare la migliore esperienza di navigazione. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma è possibile disabilitare i cookie statistici e di profilazione nella Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione o chiudi il banner acconsenti all’utilizzo di tutti i cookie.

X chiudi

“Lingue minoritarie, lingue nazionali e lingue ufficiali nella legge 482/99” del prof. Daniele Bonamore

15/02/2005

“La legge 482/99 con la quale si è inteso, mezzo secolo dopo l’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica italiana, dare un sembiante di attuazione al suo art. 6 sulle etnie linguistiche minoritarie, offre lo spunto per un discorso che prende l’avvio da una disamina delle singole proposizioni normative, a cominciare dalla stessa rubrica (“minoranze linguistiche storiche”) e dalla formulazione del suo primo articolo che avvalora l’ipotesi che si sia voluto, fin dall’inizio, prendere le distanze rispetto ai destinatari della tutela”

Inizia così l’ultimo libro dell’infaticabile giurista e docente universitario avv. prof. Daniele Bonamore (autore di oltre duecento pubblicazioni) dal titolo “Lingue minoritarie, lingue nazionali e lingue ufficiali nella legge 482/99”, uscito lo scorso anno nella collana “il punto” delle edizioni Franco Angeli. Il libro verrà presentato per la prima volta nella provincia di Trieste venerdì 18 febbraio 2005, alle ore 17.00 presso la sala del consiglio comunale a Dolina (San Dorligo della Valle).

L’iniziativa è promossa dalle due principali organizzazioni della comunità slovena – la SKGZ Unione Culturale Economica Slovena ed SSO Confederazione delle Organizzazioni Slovene – con il patrocinio e la preziosa collaborazione dell’amministrazione comunale di San Dorligo della Valle – Dolina. Interverranno, oltre all’autore, il sindaco del comune ospitante prof. Fulvia Premolin, i presidenti SKGZ Rudi Pavšič ed SSO Sergij Pahor, il prof. Sergio Salvi (esperto di minoranze linguistiche e religiose nonché autore di numerosi saggi), il presidente del comitato paritetiche per l’attuazione della legge di tutela avv. Rado Race ed il componente dello stesso comitato Ivo Jevnikar, il presidente dell’Ufficio Europeo per le Lingue meno diffuse Bojan Brezigar. Sarà operativo il servizio di traduzione simultanea sloveno-italiano.

L’opera del prof. Bonamore segue passo passo le singole disposizioni della Legge nella quotidianità della vita civile e sociale che coinvolge non solo i singoli parlanti lingue minoritarie, bensì coloro che sono espressione dell’autonomia (Regioni, Province, Comuni), oltre a politici e amministratori, giudici e Università, dirigenti, docenti e famiglie di scuole primarie e secondarie e, non ultimi, i cittadini dell’Unione Europea della quale fanno parte alcune delle lingue oggi tutelate. La presentazione del prezioso lavoro del prof. Daniele Bonamore sarà inoltre l’occasione per fare il punto sulla effettivamente disastrosa applicazione della legge quadro 482/99 come anche della legge specifica per la minoranza slovena 38/01.