Il presente sito utilizza i cookie tecnici, ma anche i cookie di terze parti per assicurare la migliore esperienza di navigazione. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma è possibile disabilitare i cookie statistici e di profilazione nella Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione o chiudi il banner acconsenti all’utilizzo di tutti i cookie.

X chiudi

Teatro sloveno: ogni ulteriore ritardo nel finanziamento può portare alla chiusura definitiva

10/03/2005

Il teatro sloveno di via Petronio è finanziariamente agli sgoccioli. In questo momento la stessa sopravvivenza dell'ente teatrale pubblico della comunità slovena è appeso al Comune di Trieste e alle rassicurazioni date dal sindaco Dipiazza agli amministratori del teatro e ai rappresentanti della comunità slovena circa la concessione di un prestito pluriennale.

La delibera in oggetto ha già subito innumerevoli intoppi, facendo più volte la spola dalla Giunta alla commissione consigliare competente per arrivare in consiglio comunale e riprendere nuovamente il percorso a ritroso. Più volte sono, infatti, emersi “errori” formali che ne impedivano l’adozione. L’iter burocratico-amministrativo dura già dallo scorso autunno e le organizzazioni slovene si aspettano di veder rispettate le promesse date dall’amministrazione comunale.

Se il decreto relativo al finanziamento non verrà approvato nel corso della prossima seduta del Consiglio il Teatro stabile sloveno si troverà nelle condizioni di non poter più operare, pregiudicandone la stessa esistenza.